Affrontare la seduta dentistica con la massima rilassatezza

LA SEDAZIONE COSCIENTE INALATORIA È UNA TERAPIA CHE SERVE PER ELIMINARE ANSIA, PAURA, STRESS. TUTTI I PAZIENTI, SIA ADULTI CHE BAMBINI, NE POSSONO TRARRE BENEFICIO!
Questa tecnica utilizza una miscela composta di ossigeno e protossido d’azoto in percentuali personalizzate. Questo significa che per ogni paziente bisogna trovare la concentrazione ideale (detta base-line) arrivati alla quale si prova una sensazione di benessere psico-fisico che permette di affrontare con serenità la seduta odontoiatrica.
I VANTAGGI DI QUESTA TECNICA
Tra i più importanti vengono considerati:
  • I gas che vengono usati (ossigeno e protossido d’azoto) sono sicuri e privi di effetti tossici (non esistono allergie).
  • È impossibile creare condizioni di ipossia (mancanza di ossigeno) dato che la concentrazione minima somministrata è del 30%, percentuale superiore a quella presente nell’aria che respiriamo (circa il 21%).
  • Il paziente è sempre sveglio, in grado di comprendere, parlare, eseguire, tossire, deglutire.
  • L’effetto si ottiene rapidamente (mediante l’uso di una mascherina posizionata sul naso) e altrettanto rapidamente scompare.
  • Elimina il riflesso del vomito.
  • Innalza la soglia del dolore, non eliminando però la necessità di fare l’anestesia locale.
  • Minimizza la sensazione del trascorrere del tempo: molto utile nei bambini che hanno tempi di attenzione ridotti rispetto agli adulti.
A CHI CONSIGLIAMO LA SEDAZIONE COSCIENTE
La metodica è particolarmente indicata, oltre che in pazienti fobici e nei bambini, anche in pazienti cardiopatici, ipertesi, diabetici, epilettici ai quali una forte emozione può scatenare una crisi.
CONTROINDICAZIONI
Non è possibile usare questa metodica nei pazienti:
  • che hanno subito la ricostruzione chirurgica del timpano in quanto, diffondendosi nelle cavità chiuse, il protossido potrebbe provocare un aumento della pressione con possibile danno alla membrana ricostruita;
  • sottoposti ad interventi di vitrectomia perchè il protossido potrebbe aumentare la pressione delle bolle del gas utilizzato per l’intervento, fino a provocare il distacco irreversibile della retina.
SE RIENTRATE IN UNA DI QUESTE DUE CATEGORIE AVVISATE IL MEDICO.

RACCOMANDAZIONE

Una raccomandazione ai pazienti che utilizzano o utilizzeranno questa metodica è quella di presentarsi a digiuno perché in qualche caso può dare nausea con conseguente vomito.

SOGLIE DI ATTENZIONE
Soglie di attenzione si seguono in questi casi:
  • donne in stato di gravidanza nei primi tre mesi (perché qualsiasi farmaco in questo periodo è sconsigliato);
  • pazienti con reale impossibilità a respirare dal naso per stati infiammatori acuti (come il raffreddore) o malformazioni fisiche
    o semplicemente per l’età del bambino (non è ancora in grado di accettare la mascherina appoggiata al naso);
  • malattie gravi come broncopolmoniti acute, enfisema, sclerosi multipla, miastenia, ernia diaframmatica acuta;
  • pazienti in trattamento con psicofarmaci, che assumono sedativi, tranquillanti;
  • tossicodipendenti;
  • pazienti non collaboranti, non in grado di eseguire ordini semplici e respirare con il naso.
IMPORTANTE!
Il paziente pertanto che si trovi in una delle condizioni sopraindicate avrà cura di avvisare tempestivamente il suo odontoiatra di riferimento.

Contattaci per maggiori informazioni

oppure